1° CATEGORIA campionato 2014/2015

Formazioni:

 Noceto: Rizzolini, Grassi (54’ Minardi), Paini (75’ Rinaldi), Priori, Lombardi, Giordani, Ferdenzi, Masini, Vimaglio, Boni, Marenghi (62’ Boateng).
All. Bacchini

 Rottofreno: Tinelli, Giovene (46’ Curotti), Mihajlovic (54’ Petrosino),Ciuffo, Stojkov, Manenti, Rossi, Ozzola, Maffi, Casulli (62’ Bellocchio), Brigati.
All. Soressi

Arbitro: Sig. Rima (Sez. Reggio Emilia)

Reti: 6’-36’-37’ Boni, 11’ Stojkov, 50’-71’ Ferdenzi, 80’ Boateng

 CRONACA:

Pesante sconfitta per il Rottofreno che torna da Noceto con un tennistico 6-1 sul groppone.
I veloci avanti locali, tagliano a fette la spregiudicata difesa alta dei biancorossi.
Per quanto possa apparire assurdo, il primo tempo (finito 3-1 per i locali) è stato equilibrato.
Le prime palle gol sono per il Rottofreno, al 5’ angolo per la testa di Stojkov che impegna Rizzolini in angolo, ancora palla al centro, ancora Stojkov che stavolta di piede mette a dura prova i riflessi del portiere, sulla ripartenza dell’azione il Noceto passa, la palla arriva a Vimaglio che lancia Boni (partito in evidente fuorigioco) in campo aperto, la punta si presenta davanti a Tinelli ed insacca.
Al 10’ pareggio del Rottofreno, punizione di Ozzola per la testa di Stojkov che gira sul secondo palo, la palla incoccia in un difensore e carambola in porta.
Al 19’ stojkov viene servito bene in area ma calcia debolmente.
Al 28’ altra fuga di Boni a destra, entra in area e lascia partire un tiro che si stampa sulla traversa.
Al 33’ clamorosa occasione per i biancorossi, Rossi parte in contropiede dalla propria metà campo, dopo una fuga di 50 metri si presenta solo davanti al portiere ma calcia incredibilmente a lato.
Al 36’ ancora Boni si presenta in area e deposita in rete il vantaggio.
Neanche il tempo di reagire che dopo un minuto, azione in fotocopia con Boni che fa tripletta.
Secondo tempo su ritmi più bassi, con i locali che giocano sul velluto e gli ospiti che si sbilanciano lasciando ampi spazi alle ripartenze.
Al 50’ palla in area per Ferdenzi che insacca indisturbato (l’azione è viziata da un fallo su Mihajlovic che l’arbitro non vede, il difensore dovrà anche lasciare il campo).
Al 71’ respinta corta della difesa, si avventa Ferdenzi che centra l’angolo basso e batte ancora Tinelli.
All’80’ Boateng fugge a destra si presenta in area e in diagonale fissa il risultato.
I biancorossi hanno molto da meditare, non si possono lasciare tante occasioni agli avversari, e soprattutto bisognerebbe finalizzare anche quelle che si creano.

Settembre 14, 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.